Stampanti e fasce di prezzo: guida e approfondimento

Le stampanti: uso comune e professionale

Le stampanti vengono usate oggi ancora sia per uso comune che per uso professionale, per stampare documenti di lavoro da dover firmare e mandare ad esempio, oppure per permetterci di stampare fotografie con la carta adeguata connettendo alla periferica la nostra macchinetta digitale ad esempio. Oppure  possiamo voler stampare un libro che abbiamo trovato online e vogliamo leggere, oppure un testo universitario. In ogni caso si nota come la stampante è uno strumento che ancora serve e che nel tempo si è migliorato sempre di più.

Ad esempio all’inizio le stampanti non erano laser e non avevano magari un assetto di colori che andava su un numero di sei, per raggiungere maggiori sfumature dei colori dal carattere più scuro e per dare brillantezza a quelli dal carattere più vivace.

Inoltre nel tempo vediamo sul mercato sfornare super stampanti che vanno sempre di più al passo con la tecnologia e che ad esempio con il semplice contatto tramite NFC, tra cellulare e stampante, possono stampare subito, senza connessione di fili, immagini, file, libri.

Le stampanti laser

Le stampanti laser, sono quelle maggiormente usate e impiegano il toner non l’inchiostro. Sono molto amate per la limpidezza delle stampe e perché hanno una rapidità di stampa interessante. Anche se bisogna dire assolutamente che le stampanti di questo tipo sono diverse. Ci sono quelle che sono molto costose e magari presentano un costo che si aggira intorno a circa 500 euro, e quelle molto economiche e parliamo ad esempio della marca HP e dei suoi modelli economici. Questi sono laser a tutti gli effetti, ma le dimensioni sono ridotte rispetto al solito, aspetto più che positivo per spazio e portabilità, anche perché pure il peso è  abbastanza ridotto rispetto al normale.

Per quanto riguarda quindi i modelli economici del marchio HP, questi sono davvero acquistati da tutti per un uso domestico, e confermo che è la scelta migliore se dobbiamo stampare ogni tanto e se non pretendiamo chissà quali caratteristiche della stampante.

Se invece abbiamo bisogno magari per motivi professionali che la stampante sforni al minuto tante copie, allora sicuramente dovremo spendere di più. Ci sono ad esempio dei modelli molto belli e super performanti del marchio Samsung oppure del marchio Epson, che possono arrivare anche a cifre di circa 1000 euro. La cosa sembra inverosimile, ma è proprio così. Sono delle macchine da guerra potremmo dire!

Al minuto riescono a produrre solitamente 30 pagine, ed è un valore alto pensando che di media le stampanti producono nell’arco di tempo di un minuto 15 pagine.

Queste stampanti spesso della Epson, le troviamo in scuole oppure uffici, ed è intuibile capire per quale motivo, anche se con l’era che sembra aprirsi dinanzi a noi le cose potrebbero cambiare di molto, e forse a scuola basteranno dei semplici tablet. In ogni caso queste stampanti sono acquistate, e sono davvero incredibilmente di ottima qualità.

Funzione fronte-retro

Esiste una funzione che tutti conoscerete, che consiste nel poter stampare due cose sullo stesso foglio, o meglio due pagine di uno stesso documenti, oppure due immagini, una nella parte frontale del foglio, l’altra nella parte posteriore del foglio.

Questa funzione ci permette di risparmiare davvero molta carta, diciamo che il risparmio è esattamente della metà ed è quindi notevole. Accade che proprio queste stampanti costano molto, ma una volta comprate, sicuramente non dovremmo spendere ancora per comprare altre risme di carta dopo poco, dato che si presumo che chi compri queste stampati debba stampare molto.

Parliamo proprio dei modelli che avevo accennato poco fa, quando parlavo del marchio Samsung e anche del marchio Epson e della loro rapidità di stampa in casi in cui il costo del macchinario è davvero altissimo.

Consigli sulle cartucce

Qualsiasi stampante noi decidessimo di comprare, dobbiamo prima di tutto fare sempre un’accurata manutenzione, che faccia si che si riduca l’accumulo di polvere nei rulli e che non venga lasciata inattiva per troppo tempo. Questo aspetta in particolare è davvero molto importante. Infatti se la stampante fosse inattiva per troppo tempo, magari mesi, allora gli ugelli che hanno il compito di trasferire su carta l’inchiostro andranno a seccarsi. Una volta seccati le probabilità che la stampante riprenda a lavorare, o a lavorare correttamente, sono davvero basse. Quindi ogni tanto stampante anche a vuoto qualcosa, ovvero stampante anche qualcosa che effettivamente non vi serve in quel momento, ma che serve alla macchina a rimanere bene in vita. 

Altro consiglio sulle cartucce che mi sento di dare è questo: una volta staccate le vecchie andate subito a sostituirle con le nuove senza esporle troppo all’aria, staccate e mettete subito le nuove.

Quando andate a mettere le nuove, spingetele dove averle inserite nell’apposito posto verso il basso, in tal modo sarà possibile far avvenire il processo di ricarica della nostra stampante. Ci sono poi stampanti che hanno tempi di ricarica un poco lunghi e parliamo di quelle più economiche e poi abbiamo invece quelle stampanti che hanno un tempo di ricarica molto rapido e che inoltre non fanno nemmeno troppo rumore.

Un’ultima cosa che consiglio di fare in caso di cambio di cartucce nuove, è quella di agitare non troppo forte ma qualche volta la scatola con dentro le nuove cartucce. Questo fa si che l’inchiostro si smuova di poco ma quel che basta alle cartucce, insomma migliora la stampa, almeno la prima.

La marca Canon

Se siamo amanti delle fotografie e ci piace quindi averle tra le nostre mani, stanchi delle foto digitali che rimangono fisse su un pc oppure in uno smartphone, allora siamo nel posto giusto se parliamo del marchio Canon. Questa marca conosciuta da tutti, dopo le nuove uscite di macchine fotografiche digitali e bellissime e performanti, si è cimentata nella produzione di stampanti, che stampano anche fotografie con colori molto reali e sfumature stupende.

I modelli di stampanti di questo marchio sono carini, e le prestazioni sono davvero ottime anche se il prezzo non è altissimo alla fine, esistono sul mercato stampanti più costose, siamo circa sui 200 euro per capirci.

Inoltre la presenza di un assetto di colori esacromatico, crea i giusti equilibri per rendere belli i colori sia sui fogli normali che sulla carta da fotografia. 

Studentessa universitaria di Filosofia, amante della scrittura, della lettura e di tutto ciò che attiene all’uomo nelle sue varie sfaccettature. Ha lavorato alla correzione di articoli a carattere filosofico e scientifico.

Back to top
menu
stampantieaccessori.it