Cavi per stampanti: migliori prodotti di Giugno 2021, prezzi, recensioni

Le stampanti e i cavi

Molte stampanti ad oggi sfruttano la connessione senza fili, infatti questa è più rapida e comoda da usare. I migliori mezzi di connessione sono il Wi-Fi e il Bluetooth, ciascuno con le sue peculiarità e vantaggi. Ma alle volte, soprattutto nel caso di modelli economici, la potenza di questi segnali non è così buona. Potremmo facilmente trovarci in situazioni spiacevoli, dove la connessione perde continuamente di segnale. Ecco il motivo per cui sarebbe sempre bene optare per i modelli che chiamo ibridi, ovvero quei modelli di stampanti che presentano oltre alla connessione wireless, ingressi USB.

Come orientarsi sulla scelta dei cavi

Solitamene i cavi adeguati per il nostro modello di stampante sono inclusi all’interno della confezione. Però in alcuni casi dobbiamo procurarceli da noi, e qui nasce il dubbio su come muoverci a riguardo. Prima di tutto dobbiamo sapere il giusto ingresso che serve sia al dispositivo che va collegato, sia alla stampante. Ci sono le famose compatibilità che vanno rispettate con i diversi marchi e modelli, e sul mercato abbiamo a buon prezzo dei cavi o fili fi qualità.

UGREEN: un marchio di qualità

Online possiamo tranquillamente acquistare cavi di questo marchi, i quali sono sempre amati dagli unteti. Esistono cavi USB 2.0, cavi USB maschio A, oppure maschio B. Questi presentano una compatibilità di questo tipo, sono compatibili con: stampante HP, Canon, Lexmark, Epson, Xerox, e altre.

Risulta spesso, per la trasmissione dei dati più veloce del WI-FI, questo  è perfetto per il trasferimento di dati da stampante, scanner, pianoforte digitale, hard disk, fotocamera, a computer. Inoltre anche la velocità è una caratteristica molto buona di questo prodotto. Infatti questa è davvero rapida nel trasferimento di dati, supporta la velocità di trasferimento dei dati fino a 480 Mbps. Possiamo quindi trasferire tranquillamente con tutta velocità foto HD e altri documenti di grandi dimensioni in pochi secondi.
Inoltre questi cavi presentano ulteriori caratteristiche:

  • compatibile con i dispositivi dotati di USB Type B, come stampanti Epson, Canon, Samsung, HP, Brother, Lexmark. E con altri dispositivi quali ad esempio tastiere o  pianoforte digitale di diversi marchi,
    resistente nel tempo, per via dei suoi componenti. Abbiamo rame senza ossigeno, il quale garantisce la massima conduttività. La tripla schermatura inoltre consente di ridurre al minimo le interferenze elettromagnetiche. Questo garantisce il trasferimento dei documenti senza alcun perdita, di nessun tipo,
  • buona resistenza alle corrosioni,
  • flessibilità e servizio molto buono, il cavo essendo morbido e flessibile, può sopportare  molto le distorsioni. Questo è un aspetto saliente per quanto riguarda i fili, un parametro da tenere molto spesso in considerazione,
  • prezzo conveniente, questo si aggira intorno a circa 10 euro.

Marchio Amazon Basics per cavi USB

Amazon Basics  è un marchio molto interessante, che permette di ottenere una buona qualità, su molto prodotti. Ci sono cavi che permettono di collegare mouse, tastiere, hard-Disk esterni, stampanti e fotocamere, al proprio computer. Molti hanno la peculiarità di essere resistenti nel tempo e ad agenti esterni, quindi presentano una caratteristica di anticorrosione, questo permetto un segnale ottimale. Il costo è sempre contenuto, ma la qualità molto buona, parliamo di circa 7 euro a cavo.

Quanto si spende per marchi importanti?

La spesa che invece potremmo fare nel caso di marchi famosi, è più alta sicuramente. Possiamo andare dai 15 euro circa per un cavo di diverso tipo, a 30 euro più o meno. Nella maggior parte dei casi però non stiamo pagando soltanto la qualità dei materiali, ma anche e soprattutto il nome dell’azienda. Quindi se sappiamo capirci qualcosa, sarebbe bene fare delle giuste valutazioni, ed optare per marchi meno conosciuti che impiegano materiali sempre buono. In questo modo avremo un risparmio abbastanza evidente.

Cavi USB e connessione wireless

Ad oggi, come accennato, le stampanti sono sempre di più a connessione wireless. Troviamo tantissimi modelli sul mercato, che offrono anche altri tipi di connessione, come quella ad NFC. La connessione senza fili presenta degli evidenti vantaggi:

meno spazio impiegato,

maggiore versatilità del prodotto,

possibilità di avviare da distanza la stampa in estrema comodità, in casa o in ufficio,

riduzione della probabilità di corrosione e di rottura dei fili,

costi minori e maggiore comodità.

Però c’è da dire che dovremo spendere molto per avere la garanzia di una durata nel tempo di una stampante che non prevede fili. Dovremo almeno spendere sui 500 euro circa o anche di più, affidandoci a marchi famosi. Se invece optiamo per modelli economici che possono appartenere a HP, ad esempio, questi potrebbero cedere dopo un normale utilizzo. Il segnale potrebbe in poco diventare debole, e dare cenni di malfunzionamento. In questi casi se non abbiamo un cavo USB, dovremmo mandare in assistenza la stampante se ancora coperta da garanzia. Nella maggior parte dei casi però, l’assistenza costa più di ricomprare la stampante. Ecco per quale motivo spesso si consiglia, se facciamo un utilizzo di un certo tipo, di andare alla qualità del prodotto investendo a lungo raggio sulla durata e le prestazioni. Meglio spendere di più, se c’è motivo e possibilità, che di meno, con il rischio di dover risolvere problemi continuamente.

Conoscere bene gli ingressi

Bisogna sempre conoscere bene gli ingressi, per essere sicuri di cosa stiamo comprando. Non andiamo mai ad intuito, potremmo nella maggior parte dei casi sbagliare. Cerchiamo di capire bene l’ingresso di cui necessità una macchinetta fotografica specifica, un pianoforte digitale, un cellulare e via dicendo.

Conclusioni: quale scelta è la migliore?

Una stampante senza fili o con i fili, è una scelta molto soggettiva. Molti consigliano di acquistare una stampante che sia senza fili, ma che abbia in ogni caso la possibilità di un collegamento tramite USB. Questo spesso può essere un elemento che ci salva, infatti non sempre la connessione riesce bene. Soprattutto per quanto riguarda, come abbiamo già visto, dei modelli di stampanti di fascia economica. Le fasce di prezzo potremmo dire essere tre: una che va da circa 75 euro a 250 euro più o meno; una terza che parte da 250 euro fino a raggiungere circa 500 euro; ed infine una terza ed ultima fascia di prezzo, questa parte da circa 500 euro fino ad arrivare a 1000 euro circa.

Studentessa universitaria di Filosofia, amante della scrittura, della lettura e di tutto ciò che attiene all’uomo nelle sue varie sfaccettature. Ha lavorato alla correzione di articoli a carattere filosofico e scientifico.

Back to top
menu
stampantieaccessori.it